Quando il sole della cultura è basso i nani sembrano giganti

Karl Kraus

   
   

SPAZIO APERTO

Intervista a un tossicodipendente.

Dettagli

TossicodipendenzaSpesso si tende a giudicare a priori chi fa uso di sostanze stupefacenti, senza cercare di capire cosa lo ha spinto ad arrivare a quel punto, senza porsi tante domande ma relegando queste persone, lontano da noi, lontano da tutti, con “i loro simili”, ai limiti della società.

Abbiamo intervistato Mario (un nome di fantasia) per saperne di più.

Come hai iniziato a far uso di droghe?

Un “amico” mi ha “iniziato”. Prima con hashish poi chi mi vendeva quella droga, mi ha chiesto se volevo provare qualcosa di diverso…Prima sniffando… per breve periodo circa 2 mesi, poi per curiosità e per sperimentare altre sensazioni, in vena……

Che tipo di sostanze stupefacenti assumevi?

Eroina a 10 mila lire la dose… Sempre e solo eroina… Solo all’ultimo ho provato la cocaina… Quando il prezzo è stato più popolare… All’inizio si chiamava “droga dei ricchi” aveva un prezzo molto alto.

Come ti sentivi quando ti facevi?

Difficile spiegarlo…Moralmente ci faceva sentire più forti, svegli sembravamo invincibili… Poi è cambiata con la assuefazione…ero portato a dormire… movimenti lenti… come camminare sulle nuvole e non aver pensieri di ogni genere…

All’inizio credevi di poter controllare l’assunzione?

Si anche perché la usavo solo nei weekend poi si prova anche il lunedì al lavoro poi tutti i giorni..

Quando hai capito che c’eri finito dentro?

Quando non si poteva farne a meno… Non passava giorno che non la usavi altrimenti stavi male, brividi... Stomaco sotto sopra non riuscivo a fare niente…

Come hai fatto ad uscirne?

Con volontà e testardaggine non ho avuto bisogno di comunità. Quando ho contattato il SERT ero già disintossicato…Ma a quel punto serviva una spinta per capire e finire definitivamente con supporto di psichico e per cancellare i mali fisici con metadone…

Ci sono stati momenti bui?

Tanti….Troppi… Alcuni da vergognarmi…Senza contare i rapporti personali persi… Ma alcuni lo sono stati di aiuto… senza sarebbe stato più dura. Il mio togli e dacci è stato lungo…ma alla fine ho VINTO IO!!!!!!!

Se tornassi indietro rifaresti tutto?

NO!! Ho perso anni… decenni della mia vita e occasioni e persone che non torneranno PIU’!!! Oltre che occasioni professionali che a questa mia età non recupererò MAI!!!!

Che cos’hai imparato da questa esperienza?

Sicuramente che “Volere è potere” ma ci vuole sempre l’aiuto di una persona che VOGLIA il tuo bene…E’ facile mandare all’aria un rapporto solo perché il compagno o compagna ha problemi di qualsiasi genere…E’ più facile voltarsi dall’altra parte che aiutare... Il più importante degli insegnamenti è stato di aiutare se VERAMENTE vuoi bene a qualcuno…..

Sempre più i giovani fanno uso si sostanze stupefacenti, anche pesanti. Se ne avessi la possibilità cosa diresti loro?

Ci sono modi MOLTO più interessanti di fare esperienze senza buttar via anni e salute nel cesso. Viviamo in un mondo pieno di cose belle da vedere, e da vivere che possono riempire il cuore e la mente… E soprattutto costa troppo in sentimenti e altro tirarsi indietro…Se a volte potessi collegarmi alla mente di ognuno si potrebbe trasmettere tutto il dolore che costa prendere quella strada…

Vuoi aggiungere qualcosa che non è stato detto?

Che dire??? Ormai a 48 anni posso solo rimpiangere delle cose e persone che non ho più vicino a causa della droga… Chi si è stancato, chi non ha neanche preso in considerazione cosa o come aiutarmi, o peggio ho visto funerali. Se solo si potesse fare un REWIND sarebbe molto diversa la mia vita e pensando a cosa sono adesso chissà a quali traguardi sarei arrivato…

“Dopo ogni tempesta c’è sempre un arcobaleno da seguire e ammirare” 

Ringraziamo Mario per la sua disponibilità e auguriamo a tutte le persone che si trovano nella stessa situazione di avere lo stesso lieto fine.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

   
   
   
© Adgraphisart Mimmo Loiero