Quando il sole della cultura è basso i nani sembrano giganti

Karl Kraus

   
   

MODA

Un consiglio per le donne! L'abbigliamento più azzeccato per capodanno.

Dettagli

bustierdi Federica Marotti 

Per una serata speciale come quella di Capodanno non possiamo di certo indossare il solito jeans e la classica vecchia e banale t-shirt.
Il look che farà sicuramente centro per l’ultima serata dell’anno sarà il classico Bustier, capo molto pratico per ballare e scatenarsi in discoteca, ma nello stesso tempo moderno e fashion, da abbinare a pantaloni skinny ultra aderenti e ultra sexy oppure a classici pants dal taglio maschile che cadono morbidi sulle gambe e consentono di muoversi con più facilità.
Un bustino quindi che strizza la vita e che, lasciando scoperte le spalle, dona un tocco glamour e sensuale a chi lo indossa.
Per quanto concerne il colore si dovrà puntare o sulle tonalità del nero per accentuare la sensualità, o su quelle del rosso acceso, per un effetto più sbarazzino e frivolo.
Per facilitare la scelta proponiamo diversi bustier realizzati dai più grandi stilisti di tutti i tempi , e che sicuramente sapranno indirizzarci verso la scelta giusta.
bustier neroYves Saint Laurent, ad esempio, propone un total black con bustier aderente nella parte superiore e che termina largo sull’addome grazie alla presenza di frange abbinato a pants maschili morbidi e assolutamente comodi.
D & G, a Capodanno punta sulla teatralità e sull’esuberanza adatto per chi non vuole passare inosservata, grazie alla scelta di un bustier scenografico in raso, sorretto da stecche, con maniche a sbuffo e arricchito dalla presenza di nappine e passamanerie.
Particolare e di gran classe la scelta di Sportmax, che pensando alla donna elegante e con stile, ha optato per un gioco di sovrapposizioni, di nuances, di forme per un bustier di raso e che lascia intravedere lembi azzurri e neri.
Louis Vuitton punta invece su un bustier di seta lucente effetto vernice, costruito attraverso mirabili drappeggi e alleggerito da tocchi di chiffon per chi vuole puntare su un look aggressivo e di tendenza.
Il bustier di Richard Nicoll è una sorta di guepière perfetto per la discoteca e per serate frizzanti; una scelta sicuramente azzardata e d’effetto adatta per le donne intraprendenti ed esuberanti.
Giles, punta su bustier molto semplici e lineari non solo in raso, pizzo e chiffon, ma predilige anche tessuti di flanella per la sua creazione e disegna nella parte centrale del capo una sorta di ricamo circolare adatto alle donne semplici e che non amano l’azzardo.
Infine, Fendi opta per un bustier da vera guerriera che ricorda le armature medievali, ma senza essere rigido come lo erano nelle epoche passate. Decisamente in pelle, questo capo è realizzato seguendo le curve del dècolletè ed è pensato per le donne combattive, con grande grinta e forte personalità.
Ad ognuno il suo. Ora tocca solo scegliere.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

   
   
   
© Adgraphisart Mimmo Loiero