Quando il sole della cultura è basso i nani sembrano giganti

Karl Kraus

   
   

LEGALITA'

A sostegno dei testimoni di giustizia.

Dettagli

Comunicato stampa

In merito all'articolo pubblicato il 21 maggio 2008 su "L'Avvenire", in cui un anonimo funzionario del Ministero degli Interni rilascia dichiarazioni che mettono in cattiva luce il comportamento di alcuni Testimoni di Giustizia (TdG), ci sentiamo di intervenire e di puntualizzare quanto segue:
Conosciamo più d'un testimone di giustizia.


In questo momento, attraverso il caloroso appoggio che una rete di associazioni e di persone responsabili e socialmente impegnate può offrire, stiamo accompagnando alcuni di essi nel loro percorso travagliato e con la nostra concretezza.
Per questo motivo, sappiamo bene quali siano le condizioni in cui sono costretti a vivere i TdG e conosciamo altrettanto bene quali siano i bisogni e gli interventi primari di cui necessitano e il modus operandi agito nei loro confronti dalle Istituzioni competenti.
D'altronde, basterebbe leggere la Relazione sui Testimoni di Giustizia che l'ultima Commissione Parlamentare Antimafia ha approvato all'unanimità il 20 febbraio 2008, relatore Angela Napoli:
"Lo spaccato emerso appare evidenziare come i testimoni di giustizia siano i primi a sperimentare sulla loro pelle quelle gravi cadute di efficienza del sistema, dovute spesso a inettitudine, trascuratezza e irresponsabilità.
E l'inefficienza non riguarda casi isolati ma, sistematicamente, anche se con forme e modalità che variano da caso a caso, tutto il comparto, per cui, per far si che lo Stato recuperi il terreno perso nei confronti di chi ha mostrato di possedere uno spirito civico esemplare, occorrono un intervento normativo ed un approccio alla materia innovativi ed urgenti secondo le seguenti proposte, da distinguere tra quelle che possono essere assunte a legislazione invariata e quelle che richiedono appropriati interventi normativi."
"Occorre un mutamento di mentalità e metodo, una diversa filosofia nell'approccio alla figura del testimone che va visto non come un "peso" ma come una "risorsa".
"Occorre contrastare un modus operandi basato sulla convinzione che l'elargizione delle somme di denaro -talvolta rilevanti- possa risolvere qualsiasi tipo di problema dei testimoni, assumendo una sorta di significato liquidatorio rispetto ad ogni obbligo dello Stato."
"Occorre anche affrontare, con determinazione e pragmatismo, la questione relativa ai dati anagrafici e ai documenti identificativi del testimone di giustizia e dei suoi familiari… Deve considerarsi inammissibile che il TdG rimanga, anche solo per pochi giorni, privo dei documenti che gli consentano l'esercizio dei fondamentali diritti della persona, quali la libertà di movimento e di soggiorno, nonché il diritto alla salute e all'istruzione (carta di identità, patente di guida, tessera sanitaria)."
Perciò, ci opponiamo con fermezza a certe dichiarazioni, per di più rilasciate nell'anonimato e dunque senza il coraggio di esporsi, che fanno apparire i Testimoni di Giustizia come una sorta di "ricattatori", di "batti cassa".
La nostra speranza è che le Istituzioni, per la loro funzione di garante della sicurezza dei cittadini onesti e giusti, siano composte da persone come quelle della Commissione che hanno dimostrato la sensibilità necessaria e che lo "zelante" funzionario si scusi al più presto, dichiarando di aver preso un evidente abbaglio.
L’omicidio di Domenico Noviello che fino al 2003 è stato inserito nel programma di protezione per i testimoni di giustizia per aver denunciato i suoi estorsori, ha riacceso violentemente i riflettori su un problema che meriterebbe una più alta assunzione di responsabilità e un intervento immediato da parte delle Istituzioni.
Più di ogni altra cosa, però, speriamo che quella Relazione non finisca in una cassetto e che al più presto divenga oggetto di nuove norme e nuove strutture che possano dare risposta a questo problema.
Cerchiamo di ridare dignità a chi ci ha regalato, per la sua fiducia nello Stato e nelle Istituzioni, tanti anni della sua vita. Si tratta di persone che hanno avuto il coraggio di esporsi, di fare nomi e cognomi, perché hanno un alto senso di giustizia.
Noi ci schieriamo apertamente con loro, proprio perché vogliamo una società più giusta e meno anonima.


Sottoscritto da:
ACMOS
Addiopizzo Catania
Amici di Beppe Grillo Cuneo e Provincia "Nuovo
Paradigma"
Amici di Beppe Grillo di Empoli
Amici di Beppe Grillo di Napoli
Amici di beppe grillo di nettuno & anzio
Amici di Beppe Grillo di Pordenone
Amici di Beppe Grillo di Torino
Amici di Beppe Grillo di Trento
Amici di Beppe Grillo di Verona
Amici di Pino Masciari
Ammazzateci Tutti
Arteteka Napoli
Associazione Consumatori Utenti (ACU)
Ateneo Liberaldemocratico
Beppe Grillo Meetup Group - Cosenza
Bisignanesi.it
Casa della Legalità e della Cultura
Casa Umanista Torino
Centro delle Culture Torino
Circolo decrescita felice, Firenze
Cittainsieme Movimento
Collettivo Ingegneria Sapienza
ComunicAzione Torino
Creazzo Beppe Grillo Meetup Group
Cultura Mista onlus Torino Avellino Salerno
Energia per i Diritti Umani
fa.ti.ka - cooperativa di produzione e lavoro
Fondazione Antonio Scopelliti
Generazione Attiva Associazione Tutela
Consumatori
Giovani di Italia dei Valori
Grilli attivi di Bari
Grilli Biellesi Associazione di Volontariato
Grilli Sanniti
grooming sas di fabrizio caliendo & P.
Gruppo d'incontro Beppe Grillo di Cagliari1
kestè srl di fabrizio caliendo & P:
La Comunità per lo sviluppo umano Torino
Libera Borgomanero
Meetup 323 di Olbia
Meetup 361 di Como
Meetup Amici di Beppe Grillo di Vibo Valentia
Meetup La Spezia
Movimento del Sole
New York Beppe Grillo Meetup Group
Opera Pia Famiglia di Maria - Napoli
Oratorio di San Paolo d'Argon
Orizzonti in libertà Associazione
Partito Umanista Torino
Presidenza Comitato Pro Ospedale di Rete San
Sabino di Osimo
Presidio Attilio Romano' Libera Torino
Presidio Peppino Impastato Libera Moncalieri
Progetto Umanista, Torino
Qui BolognaLibera
Rete per la Calabria.
Rita Atria Associazione
SINISTRA per l’UNIONE Gruppo Consiliare
Regione Piemonte
Speaker's corner Compagnia Teatrale
Studenti Napoletani Contro la Camorra
Unilibera
Woodstock - cooperativa artisti associati

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

   
   
   
© Adgraphisart Mimmo Loiero