Quando il sole della cultura è basso i nani sembrano giganti

Karl Kraus

   
   

Gli autori del Giornale Il Calabrone

Giovanni Marìa

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

Giovanni MarìaProfilarsi, descriversi, definirsi. Un bel compito. Disastroso è il percorso della coscienza; così soddisfacente e definitivo e troppo delimitato nella sconfinata incertezza della vita. Ogni cosa scritta o detta può significare una e una sola cosa tra i mille e infiniti dubbi al riguardo della loro esistenza e del loro uso in questo caduco e definito mondo soprannominato “realtà”. 25,1, 9, 5, 10. La mia età; l’anno del Master d’economia che terminerò a breve, i mesi all’estero vissuti tra Belgio, Francia e Olanda; i mesi passati di fila lontano dalla mia terra finora e quelli che ipoteticamente mi separano da un temporaneo ritorno, i secondi passati dall’ultimo pensiero di libertà. Scrivere è come non adempiere ad un compito importante; è come chiudere gli occhi; come precipitare in un pensiero ed essere suo schiavo. Mai catene sono state più splendenti e leggere, delle stessa materia delle piume degli angeli che si posano sulle pagine e violentano le parole permettendo lo sfogo della mia anima che non ha altro modo di comunicare. Quello che rimaneva prima tra me e lei adesso rimarrà tra noi e voi. Grazie Astu e a tutti voi per l’opportunità.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti   

 
0 # alisa 2010-05-09 13:07
complimentiiiii iiiiiiiiiiiiiii iiii
Rispondi
 
   
   
   
© Adgraphisart Mimmo Loiero