Quando il sole della cultura è basso i nani sembrano giganti

Karl Kraus

   
   

CINEMA

Remember me, recensione.

Dettagli

Remember me locandinaTyler, 22enne, una sera viene coinvolto in una rissa assieme al suo miglior amico, nonché coinquilino ed entrambi finiscono in manette; ma il ricco padre del protagonista, con il quale non va d’accordo, penserà a tirare fuori di galera entrambi i ragazzi.

 

Per scommessa Tyler inizia a frequentare la figlia del poliziotto che lo arrestò, Ally, ma la situazione prende una svolta: i due si innamorano ed iniziano una vera e propria storia d’amore.

Ally, scoperto tutto, si infuria e la storia finisce.

Ma proprio quando il ragazzo riesce a sistemare i rapporti con il padre e con Ally accade una tragedia: è l’11 settembre 2001.

Sembra che il messaggio di Tyler sia uno solo: Remember Me! (Non dimenticatemi!)

Non dimenticate me e ciò che ho fatto per voi.

Remember me scenaUn film drammatico, che può risultare lento soprattutto nella prima parte della pellicola, ma che successivamente coinvolge lo spettatore, come se fosse parte integrante della storia.

Ottima l’idea di collegare la vicenda ad un fatto realmente accaduto, come quello dell’11 settembre.

Ottima interpretazione di Robert Pattinson (il vampiro di Twilight), nei panni di Tyler, che ha dimostrato di essere in grado di fare film maggiormente impegnati, rispetto a quelli a cui prese parte in passato e che lo hanno reso famoso.

Un dieci e lode alle citazioni che vengono riportate nel film.

Adatto a chi ama le storie d’amore travagliate, a chi adora i drammi familiari e a chi non sopporta il lieto fine.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

   
   
   
© Adgraphisart Mimmo Loiero